Biografia, 1/3

         Filippo Alto, nato a Bari nel 1933, ha operato a Milano e in una masseria della Valle d'Itria.

         Inizia ad esporre nel 1957 vincendo il primo premio in una collettiva per studenti della locale Universitą.

         Nel 1960, presentato da Luigi Russo, ordina a Bari la sua prima personale ed ottiene un premio acquisto alla Mostra Nazionale del Maggio.

         Consegue la laurea in ingegneria ed allestisce nel 1965 personali alla galleria dell'Aquilone di Urbino, alla Galleria d'Arte del Palazzo delle Esposizioni di Roma, alla galleria La Scaletta di Matera.

         Nel 1968 si trasferisce a Milano e nell'anno seguente espone a Bruxelles (galerie Racines), a Palermo (galleria Arte al Borgo), e a Bari (galleria La Bussola).

         Nel 1970 la galleria Arte Spazio di Bari inaugura l'attivitą con una sua personale, mentre nel 1971 la galleria Cairola e la galleria del Carmine di Milano ospitano personali di olii e tempere.

         Nel 1973 il Comune di Bari organizza una sua mostra antologica alla Galleria d'Arte Moderna di Titograd nel quadro degli scambi culturali Puglia-Montenegro. Consegue il primo premio alla Mostra Nazionale Melfi.

         Il critico Renzo Biasion lo segnala al catalogo Bolaffi 1974 con la seguente motivazione: "Pittore fine, sensibile, e autonomo, che sa essere moderno senza voltare le spalle alla tradizione". Espone alla sala Bolaffi di Torino.

 

    Su Successiva